stanzaunozerouno

Sentinella, quanto resta della notte?

H. G. Wells jr.: Politica, la Grande Meretrice

esperimenti_01L’articolo che presentiamo fu pubblicato originariamente sul numero doppio 1/2 di Vernice Fresca nel 1992, a circa due anni di distanza ( secondo i nostri standard spazio-tempo, beninteso ) dal precedente. La lunga attesa determinò, come prevedibile, un acceso dibattito sulla reale figura di H.G. Wells jr. e strampalate ipotesi sulla presunta sparizione ( o peggio, rottura ) della sua Macchina del Tempo. Niente di tutto ciò: semplicemente H.G.Wells jr. si era allora imbarcato in una delle sue più grandi imprese ( scortare Alessandro Magno nella conquista del mondo ) e – comprensibilmente – la nuova avventura gli aveva fatto dimenticare di spedire con l’abituale regolarità i suoi articoli alla redazione del giornale…

Le polemiche suscitate dalla pubblicazione dei miei articoli temporali hanno determinato nell’ultimo decennio del XX secolo una serie di furibonde reazioni da parte del cosiddetto potere politico. Con il termine di “Palazzo” ( oggi H.G. Wells jr. direbbe “Casta”, ndr ) si è sempre voluto definire un certo mondo a sé stante, ristretto e privilegiato, ancorché misterioso, costituito dai reggitori e tessitori del potere di stato.

la-castaNon mi riferisco né alla Mafia né agli Alieni ( per quanto la similitudine balzi subito evidente agli occhi dei meno sprovveduti ) bensì a quella folta schiera di strilloni e venditori che il vocabolario Zingarelli definisce Politici, quelle persone cioè impegnate nell’attribuzione di valore sociale al loro hobby preferito, incidentalmente frutto del nostro voto ( oggi H.G. Wells jr. direbbe “ del nostro NON-voto “ ) e che si può sintetizzare in un concetto: fottere a più non posso, finchè dura.

Il tempo è relativo, la durata della vita pure e il rischio è quello di vederla scorrere semplicemente come in un film, senza davvero viverla, e accorgersi della fregatura solo quando si è arrivati ai titoli di coda…

Mai come nell’affrontare il tema della corruzione politica, l’equilibrio e il distacco necessari a dare credibilità alla mia ricerca scientifica hanno subito la tentazione di denunciare pubblicamente questi criminali travestiti da predicatori dell’aria fritta. (1)

Ho già spiegato che il mio lavoro di stampo storico-sociologico abbisogna di una condizione di obiettività e di neutralità massima: le probabilità di uno stravolgimento degli eventi storici che un mio incauto intervento potrebbe determinare sul futuro sono tali da avermi fino ad ora trattenuto dal denunciare pubblicamente – dati alla mano – corrotti e corruttori. (2)

vignetta-politici-italianiDel resto la considerazione che la classe politica, che gli studiosi del XXI secolo definiranno con l’esemplificativo termine de LA GRANDE MERETRICE, abbia gli anni contati comunque vada, mi ha convinto a rinunciare ad ogni sorta di intervento diretto. (3)

Ciò non mi impedisce, tuttavia, di raccontare alla generazioni attuale qualcosa del loro presente ( nonché futuro prossimo ) che per cecità e disinteresse pubblico, menefreghismo e sudditanza dei mass media lottizzati, ma soprattutto per volere di Stato è rimasto sepolto nel dimenticatoio del tempo ben oltre i limiti di una doverosa riflessione.

Il Tempo, voi lo sapete, è la condizione naturale del mio vivere: nel senso che non mi limito a scivolargli accanto come ogni altro essere umano vivente, ma lo ispeziono da cima a fondo viaggiando in esso come un punto qualsiasi del campo tridimensionale delimitato da un’ascissa X e una coordinata Y spiralizzante [ … ] (4)

L’anno per voi appena cominciato, il 1992, oltre che regalare lo scudetto al Milan (5) e fare felice il suo Presidente, insegnerà agli italiani che ancora non lo hanno capito che l’antico motto “ Non fare di tutta un’erba un fascio “ non può e non deve essere necessariamente preso alla lettera: basta considerare la variabile giusta, quella politica per l’appunto.

Con la sola esclusione di Andreotti, infatti ( la cui origine aliena tradita ma mai smascherata dalla cosiddetta gobba – in realtà l’escrescenza pensante del suo vero essere – sarà oggetto in futuro di più approfondita analisi ) il panorama politico italiano offre una gamma di optionals del tutto simili a quelli di una sfrecciante 126 FSM uscita dal Lingotto dopo sei mesi di cassa integrazione a 0 ( zero ) ore ( con buona pace dell’estinta stirpe Agnelli e dell’ormai mitica Juve di Boniperti e del Trap che è ancora possibile ammirare nei commoventi filmati d’epoca della Gialappa’s ).

Immaginate… Craxi, Occhetto, Forlani, De Michelis, Martelli, Spadolini, Bossi, La Malfa, De Mita, D’Alema, Gava e poi i tre della via Crucis ( Vizzini, Prandini e de Lorenzo ) e come Mister quel miracolato di Cossiga, che una coscienza e una dignità ha scoperto di possedere solo a 70 anni e, quel che è peggio, quando tutti ne avrebbero fatto volentieri a meno.

ciotti-ameri-imageBene, immaginate questa formazione letta ai microfoni del Meazza da un solenne Niccolò Carosio, un infartico Ameri o un catarroso preagonico Ciotti ( pace all’anima loro, ndr ).

Immaginate l’ingresso della squadra in campo, il prammatico scambio di doni e auguri, la scelta del campo con l’immancabile liretta svalutata.

Immaginate l’arbitro distribuire le mazze, il prete benedire i giocatori e recitare quelle preghiere dimenticate a bassa voce, con le urla e il risentimento dentro di voi che cresce, cresce, sempre di più e poi finalmente scatenarsi al fischio d’inizio.

E ora immaginate voi stessi, se ci riuscite, se solo accettate di pensare uina cosa del genere… Lassù sugli spalti a urlare e imprecare, oppure là in mezzo al campo, con un bastone fra le mani e una preda da inchiodare.

Chi scegliereste come bersaglio di quella squadra di politici? Oppure pensate sarebbe molto meglio ritrovarsi di fronte qualcun altro… magari quello che sbaglia a fare la differenziata e danno la colpa a voi, o quello che fa fare i bisogni al cane davanti a casa vostra … e voi a puilire la sua merda? E perché non quello che al semaforo vi fa fare la figura del pivello o che all’ufficio postale non rispetta la fila e vi passa davanti, o quello stronzo sporco rom o marocchino o quel che è che all’incrocio vi imbratta i vetri dell’auto con l’acqua sporca e un sorriso che non si sa bene se nasconde l’ironia dell’avervi fregato o la felicità di essere ancora vivo anche se lontano da casa??

Avete tempo di pensarci ancorà un po’, ma non troppo: il futuro è dietro l’angolo, sapete? E se non fate qualcosa ora, subito, per modificare le variabili relative, sarà troppo tardi per invertire la tendenza (6).

Il processo è già iniziato: il FUTURO vi guarda e vi giudica. Io sono solo spettatore e, come tale, mi limito a fare il tifo per voi. La partita è cominciata, il risultato in bilico. Forza e coraggio.

Il vostro affezionatissimo H.G. Wells jr.

P.S. Cara mamma, mi dispiace averti lasciato tanto tempo senza mie notizie. Il viaggio da Alessandro Magno è stato più duro e pericoloso del previsto. Le tue maglie di lana hanno fatto furore laggiù, tra quei rudi e intrepidi guerrieri. Me ne mandi un’altra dozzina? Grazie, il tuo amato figlio unico.

(1): abbiamo chiesto a Wells jr. maggiori ragguagli a proposito dei nomi eccellenti contenuti in questa lista che non si sa bene da chi sia custodita. Wells jr. ci ha risposto con un enigmatico e, per certi versi, sibillino modo di dire: Il Tempo è sempre galantuomo…

(2): come nella nota precedente emerge che per Wells jr. l’idea di interferire con il corso degli eventi introducendo variabili “forzose” viene considerata alla stregua di un abominio scientifico. Per quanto ci dispiaccia non essere messi al corrente delle sue conoscenze a riguardo, non possiamo non ammirare in lui la fiera e rigorosa rettitudine dello scienziato cui segretamente ci ispiriamo.

falcone_borsellino-2(3): si noti l’interessante parallelo temporale tra il 1992, anno di pubblicazione dell’articolo originale, e questo nostro 2009. In quell’anno ci furono le stragi di Falcone e Borsellino e prese il via l’inchiesta che portò poi a MANI PULITE: lo schema politico di allora venne ribaltato con l’entrata in campo di Berlusconi e dei suoi accoliti, Craxi esiliato con il Bottino ma, a parte i fiumi di retorica e inchiostro, nulla cambiò sotto la superficie, anzi… A distanza di oltre 15 anni, sembra dirci Wells jr., siamo pronti ad una nuova rivoluzione: sapremo portarla a termine, stavolta?

(4): il testo risulta a questo punto illeggibile e non abbiamo dubbi al riguardo, è stato lo stesso Wells jr. a renderlo tale. Troppo potenzialmente pericolosa una descrizione tecnicistica della fenomenologia del viaggio nel Tempo, lo capiamo bene…

(5):lo scudetto del 1992 fu vinto dalla Sampdoria e non dal Milan. L’affermazione di Wells jr. è dunque una clamorosa topica. Ma è davvero così? Conosciamo fin troppo bene l’inclinazione del nostro inviato nel Tempo per la verità e il rigore scientifico da non potere sottovalutare l’eventualità che questa affermazione così facilmente confutabile nasconda in realtà un messaggio di altro tipo. Numerosi studiosi, non solo tifosi di calcio, hanno ipotizzato che l’errore sia stato ideato a bella posta da Wells jr. per prendersi gioco di Berlusconi, la cui fama di puttaniere e corruttore era da Wells jr. conosciuta da tempo. Ma l’idea che Wells jr. abbia strumentalizzato per gioco e piacere personale un elemento della realtà fattuale dello spazio-tempo, non è facile da accettare. Per cui restiamo nel dubbio che dietro questo grossolano errore ci sia bemn altro. Se qualcuno pensa di poter dare delle interpretazioni alternative, la redazione vaglierà con attenzione tutti i sugegrimenti!

tempus-fugit(6): l’esortazione di Wells jr. appare accorata, sinceramente preoccupata. Cosa si nasconde dietro la sua inflessibile e mirabile rigorosità scientifica? Molti hanno creduto di avvertire una sorta di avvertimento, un monito, forse un’invocazione. Quasi che la situazione stia fuggendo di mano e non ci si possa più permettere attese o ritardi. Qualcuno ha persino tirato in ballo la data del 21 dicembre 2012 come possibile termine per il futuro dell’uomo. Ma noi sappiamo, dallo stesso Wells jr., che il mondo è andato oltre quella data… La domanda, allora, è: cosa succederà dopo? Dalle sue parole sembra di capire che la cosa dipenderà da noi stessi…

Traduzione e note a cura di Stefano Bon @ 1992 ( 2009 )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Circolo16

Laboratorio di Scrittura libera poesia e narrativa

stanzaunozerouno

Sentinella, quanto resta della notte?

KippleBlog

Be Weird Be Kipple

Don't Panic!

Guide, curiosità e spunti per la sopravvivenza di asociali e geek

Lorerama

Scritti dal presente e su futuri incerti

il Vortex

blog personale di Giorgio Ginelli

MARCIO - Lo Zombie's Blog

rantolando mi trascino verso la carne viva

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: