stanzaunozerouno

Sentinella, quanto resta della notte?

Stanza Uno Zero Uno: viaggiando a vista tra nuovi orizzonti e vecchie utopie

de-es-4-ok1) Io non ho paura dei Mostri

Nella Stanza 101 in dotazione al Ministero dell’Amore, Winston Smith, il tragico protagonista di 1984 di George Orwell, trova ad attenderlo due giganteschi topi, i suoi personali mostri dell’ID. Annientato nello spirito e incapace di scovare nel profondo della sua anima un qualunque rimasuglio di coraggio e sentimento, abdica alla propria umanità, si consegna ai suoi torturatori e, per salvarsi dal supplizio dei topi, tradisce Julia, la donna che ama. Questo non lo salverà dalla perdizione, ma gli consentirà di rinascere, se così si può dire, in una condizione di pace a amore che solo l’assenza di veri sentimenti di pace e amore può indurre in chi non ha paura dei mostri, specialmente quelli di casa propria. Insomma, uno splendido esempio di efficienza, il lavaggio del cervello che non lascia tracce e non fa prigionieri.

Una forma di lavaggio del cervello simile che, stranamente, non spaventa più nessuno, è invece all’opera quotidianamente nella nostra società: molti topi, tantissimi mostri, poco o niente amore e pace, una sfilata interminabile di contenitori sgargianti e seducenti, tristemente vuoti.

Non so voi, ma io ho paura di quello che potrei trovare nella mia personale Stanza 101, non è solo la paura dei mostri e dei mostriciattoli, è la paura di quello che non capisco e non so, che non vedo. Per cui, prima di entrarci, voglio lasciar parlare quel poco che mi infonde coraggio e forza. Per uno strano scherzo del caso, oppure per senso di giustizia, l’argomento principale di questo blog saranno i mostri o i diversi o gli alieni, insomma, quelli per cui ci viene naturale provare paura. Basterà questo a mettere a tacere i mostri, quelli veri? Non lo so, ma io non voglio più aver paura d’incontrarli.

Stefano Bon @ 2014

 

apprendista-stregone-22) L’ apprendista stregone. Il mio contributo: viaggi e contaminazioni

Nella letteratura e nella cinematografia non mancano le coppie celebri, basta pensare a Sherlock Holmes e Watson o Don Chicotte e Sancio Panza, personaggi che da un lato si completano e dall’altro mostrano caratteristiche diverse ma ugualmente importanti per la riuscita di un’opera intellettuale sia essa un libro, un film, uno spettacolo teatrale. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad una coppia nella quale la mia parte è quella dell’apprendista un po’ pasticcione simile a Topolino nella celebre Fantasia di Walt Disney.

Sono un aspirante stregone che, stando vicino ad un guru della fantascienza e non solo, impara e porta il suo contributo fatto soprattutto di contaminazioni di generi, alle ricerca di nuove risposte, di schegge di verità.

Chi avrà l’ardire di leggere i miei contributi a questo blog potrà vedere che si tratta, soprattutto di “viaggi” che partendo dalla fantascienza percorrono strade, a volte inaspettate, verso mete apparentemente lontane,

A volte, invece, come circuiti che ritornano al luogo di partenza saranno viaggi all’interno dell’anima alla continua ricerca di una conoscenza che comunque rimane sempre celata e irraggiungibile nella sua pienezza.

Una conoscenza verso la quale, tuttavia, non possiamo che tendere con tutte le nostre forze e i nostri pensieri.

Maurizio Canauz @ 2015

 

La vita di AleRandy

"Dammi ora e luogo e ti do cinque minuti: qualunque cosa accada in quei cinque minuti sono con te, ma ti avverto, qualunque cosa accada un minuto dopo sei da solo"

stanzaunozerouno

Sentinella, quanto resta della notte?

Racconti della Controra

Rebecca Lena Stories

KippleBlog

Be Weird Be Kipple

Don't Panic!

Guide, curiosità e spunti per la sopravvivenza di asociali e geek

Lorerama

Scritti dal presente e su futuri incerti

il Vortex

blog personale di Giorgio Ginelli

MARCIO - Lo Zombie's Blog

rantolando mi trascino verso la carne viva

Sendreacristina

.....Artista a Verolanuova..... (tell : 3403738117 )

CINEMANOMETRO

recensioni film fantascienza, horror, mostri e amenita varie